Armando Depetris


Armando Depetris nasce a Monfalcone, in provincia di Gorizia, nel 1930.
Compie gli studi artistici a Venezia ed insegna discipline artistiche. Avvia da subito un'intensa attività espositiva che lo porta nel 1952 ad esporre alla III Mostra nazionale d'arte contemporanea alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna a Roma. Partecipa alla Biennale triveneta a Padova (1953, 1963, 1969), ad "Arte contemporanea italiana" a Dubrovnik (1968), alla Biennale Pettenon a S. Martino di Lupari (1972, 1976, 1980), ad "INTART" a Klagenfurt e a Bohinij (1971, 1996), ad "International painting session" ad Olomouc (1992, 1993, 1994), a "La persistente seduzione dell'immagine" a Udine e a Boston (1989, 1990). Espone al Premio Marsala (1975, 1982, 1984) ove entra in contatto con esponenti lombardi dell'arte contemporanea quali Nanda Consonni, Raffaele De Grada, Piero Giunni, Giuseppe Motti ed altri, con i quali mantiene rapporti di amicizia, visitando frequentemente Milano e la Lombardia. Espone alla Permanente (1975), a "Quaranta pittori nella linea veneta e lombarda" alla galleria Ponte Rosso (1977) ed a cura della Ponte Rosso alla "Triveneta delle arti" a Villa Contarini a Piazzola (1977). Partecipa, successivamente, al Premio Lario a Como (1972, 1988), al Premio Pompeo Marchesi a Saltrio (1996, 1998). Ha tenuto personali in importanti gallerie a Trieste, Udine, Pordenone, Treviso, Venezia, Padova, Verona, Brescia, Losanna, Friburgo, Ulan Bator, Olomouc, Merano e Varese. Gli sono state dedicate due antologiche, una a Monfalcone presentata da Raffaele De Grada (1977), l'altra a Villa Nazionale Pisani a Strà (1993), presentata da Giulio Gasparotti.

Bibliografia:
1972, Mario Gorini, Depetris, in "Patavium", Padova, n.4 - 1974, Paolo Rizzi, Artisti 74, in "Bolaffiarte", Milano, n. 3 - 1975, Cesare Medail, Incontri, in "Corriere della Sera", Milano - 1975, Mario Portalupi, Testimonianze, in catalogo, Permanente, Milano - 1977,
Raffaele De Grada, Depetris, catalogo, Monfalcone - 1982, Renzo Biasion, Mostra nazionale di Pittura, in "Oggi", Milano - 1982, Giuliano Serafini, Omaggio alla città di Marsala, in "Prospettive d'arte", Milano, n.56 - 1988, Luciano Caramel, Giorgio Mascherpa, Premio Lario, in catalogo, Cadorago - 1993, Giulio Gasparotti, Depetris a Villa Pisani, presentazione, Strà - 1993, Renato Valerio, Il dolce rumore della vita, catalogo, Pordenone - 1996, Rachele di Luca, Depetris, catalogo monografico, Cartesius, Trieste -
2000, Franca Marri, Depetris, catalogo, Trieste - 2000, Giorgio Seveso, Depetris, catalogo monografico, Quaderni Armanti, Varese.

Speranze giovanili
Protagoniste da sempre nella mia pittura, le figure femminili ricompaiono ora sotto il cielo di Casoli con l'urgenza di essere contrapposte all'orizzonte remoto segnato dalla vastità, che da qui si può cogliere, del mare. La ventosità della collina casolana mi induce a porre al collo delle mie figure dei foulards che, simili a vele, si librano al vento dell'Adriatico. Figure da me immaginate in luogo ove il vuoto determinato dagli ampi orizzonti mi restituisce il senso del pieno e la solitudine mi diventa completezza.

Armando Depetris