Paolo Tesi


Paolo Tesi nasce a Pistoia nel 1945. Frequenta la sezione Pittura della Scuola d'Arte della sua città quando un manipolo di artisti la teneva il piedi. Successivamente, a Firenze, frequenta il Magistero d'Arte di Porta Romana, nella sezione Arti grafiche-Tecniche d'incisione e illustrazione del libro, l'Accademia di Belle Arti con Capocchini e Farulli e, per alcuni anni, si iscrive alla facoltà di Lettere, frequentando i corsi dei professori Alessandro Parronchi e Luigi Baldacci. "Pittore con la tentazione di scrivere", nel 1989 cura, per il Comune di Pistoia, il volume e la relativa mostra "500 libretti di Mal'Aria", edizioni pubblicate da Arrigo Bugiani, del quale è tornato ad occuparsi a più riprese. Nel 1990, ha fondato la rivista d'arte e letteratura "Ombrone", alla quale si affianca una cartella di incisioni "Ombroncello", tesa a valorizzare il mondo della grafica d'arte. Di grafica continua ad occuparsi realizzando manifesti , depliant e cataloghi. Nel 1992, cura la mostra ed il catalogo "Febbre libraria fra progetto e diletto", rassegna di edizioni amatoriali, grafica d'arte e libro d'artista, allestita nelle sedi di Arezzo, Pistoia e Lugano. Nel 1993, scrive un saggio per il catalogo della mostra, tenuta a Santa Croce sull'Arno (Pisa), "I giorni della latta", riagganciandosi al tema del gioco che per l'artista è stato fonte d'ispirazione per numerose opere convogliate in una mostra, "Toys", allestita a Roma nel 1982. Ha realizzato vari dipinti murali, prevalentemente su commissione di privati. Dopo aver partecipato alla manifestazione 'Casoli Pinta' (rassegna anno 2000), è fra gli artisti che allestiranno un proprio pannello per la manifestazione 'Per Pinocchio muri dipinti a Collodi'. Nel 2001 cura, per il Comune di Pistoia, la mostra e il catalogo "Poesia, marionette e viaggi di Guido Ceronetti nelle visioni di Carlo Cattaneo". Nel 2002, ha illustrato il racconto di Collodi "Pinocchio. Le avventure di un burattino", pubblicando nel volume i dipinti dedicati al burattino nel corso di molti anni. Da oltre dieci anni tiene, per il Comune di Pistoia, un corso di disegno ed uso del colore.

Mostre personali:
1975, Galleria UP, Pistoia - 1977, Galleria Vannucci, Pistoia - 1979, Galleria Novelli, Verona - 1980, Ente Fiere, Verona - 1980, Galleria Inquadrature, Firenze - 1981, Citibank, Roma - 1982, Galleria d'Arte Contemporanea, Oristano; Galleria La Margherita, Roma; Galleria Vannucci, Pistoia - 1983, ex Chiesa San Salvatore, Pistoia - 1983, Fieracavalli, Verona - 1986, Laboratorio Orafo "GRU", Pistoia - 1987, Associazione "Amici di Groppoli", Pistoia - 1988, Galleria Valiani, Pistoia; Circolo Artistico, Arezzo - 1991, Accademia d'arte Scalabrino, Montecatini Terme (Pistoia) - 1998, Galleria Riva Sinistra Arte, Firenze - 1999, Istituto Suor Orsola Benincasa, Napoli - 2001, Biblioteca Comunale, Senlis, Parigi (Francia) - 2002, Galleria Mancini, Montegranaro (Ascoli Piceno).

Mostre collettive:
1977, Amore di città, Pistoia - 1980, Grafica atto primario, Montecatini Terme (Pistoia) - 1984, Dell'arte e della vita, Pistoia - 1990, Occasione e labirinti, Pistoia - 1999, Accadde in Toscana 3, Massa; Il disegno in Toscana dal 1945 ad oggi, Poggio a Caiano (Prato).

Sognando Pinocchio
Qui, allegoricamente, la letteratura di Collodi diventa pretesto per un fervido racconto di immagini, che propongono la riscoperta di valori e sentimenti universali.

Paolo Tesi