a tutte le istituzioni, agli enti pubblici e privati alle associazioni, alle donne e agli uomini
che con impegno, volontà e passione hanno reso possibile il nostro sogno.

"Casoli Pinta: Museo sotto le stelle"

Un lembo di terra d’Abruzzo, che si culla adagiato fra ridenti e rigogliose colline popolate da vigneti, uliveti e campi di girasole, che si abbracciano in modo ordinato attorno ad una cintura di originalissimi calanchi naturali su cui vigila attento l’austero Gran Sasso d’Italia. Questo è Casoli di Atri, un piccolo borgo di circa 1500 abitanti, tenacemente legati alla loro terra, alle loro tradizioni, alla loro cultura. Ma dal 1996 il piccolo borgo è tornato a rinascere grazie alla rassegna di pittura murale Casoli Pinta, che ha fatto salire sin quassù pittori famosi che hanno coperto di opere d’arte le pareti esterne delle case, rinnovando l’aspetto di Casoli, rendendo più suggestivi gli scorci e trasformando il piccolo borgo in un museo all’aperto dove la protagonista è lei, l’Arte.
Qui, gli artisti che vi partecipano, vengono accolti vivendo e dipingendo per una settimana tra la gente del luogo, confermando ogni anno il carattere profondo, il segno semplice e naturale, eppure oggi così raro e prezioso, dell’amicizia. Amicizia, certo, tra persone, cioè un sentimento di reciproca curiosità e di progressivo interesse umano tra gli artisti, gli organizzatori e, soprattutto, l’intera popolazione di Casoli, così pronta e fervida nell’accogliere nell’ospitare, nel vivere giorno per giorno assieme agli artisti l’appassionata vicenda della creazione dei dipinti, dando origine ad una sorta di laboratorio comune, che non ha solo consentito la realizzazione del Villaggio artistico murale, ma ha creato, tutti i presupposti per favorire iniziative per il riscatto umano. Il messaggio che Casoli Pinta lancia è un messaggio forte: è pregno di incisività e positività che è innervato da un humus che si è sviluppato ed arricchito a stretto contatto tra la sua gente, in un habitat favorevole e irripetibile in altri luoghi: ne è scaturito un connubio umano e sociale che ha prodotto un risultato straordinario sotto ogni profilo. In questa splendida atmosfera sono così nate 50 opere suggestive, dando vita ad un percorso visivo fatto di immagini capaci, se vi prestiamo la debita attenzione, di catalizzare la nostra sensibilità e la nostra fantasia, di trascinare anche noi intuitivamente nel segreto della creatività e della poesia figurativa.

Associazione Culturale Castellum Vetus